190037164-7d60bfc5-9043-404d-a037-45a0f6e38e40

Urban sketching a San Martino

Il 25 Settembre in occasione delle Giornate europee del patrimonio, l’artista malese Ch’ng Kiah Kiean è stato il protagonista di una giornata di disegno collettiva alla Certosa di San Martino di Napoli.

Il riscatto urbano che passa attraverso il ritratto urbano grazie ad Urban Sketchers, un’organizzazione, un gruppo, il cui intento è innalzare il valore artistico,narrativo ed educativo del disegno sul posto, promuovendone la pratica e collegando le persone in tutto il mondo che disegnano i luoghi in cui vivono e in cui viaggiano.

Armati di taccuini di varie misure e fogge (anche se i più prediligono la classica Moleskine) e di piccolissimi e portatili astucci traboccanti pennarelli, matite e acquerelli, gli urban sketchers si aggirano per l’Europa.

Il movimento (composto di grafici, illustratori o semplici appassionati) che si dedica al “ritratto urbano” è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni. Quello che viene definito local drawing (espressione di sintesi che riunisce in sé il concetto di disegno a chilometro zero e di esercizio rappresentativo en plein air) e che potremmo appunto tentare di tradurre con ritratto urbano, viene posto al centro di una riflessione culturale precisa e sintetica i valori della quale traspaiono dal manifesto informale del movimento stesso.

L’approccio degli @urbansketchers ha attirato nel tempo l’attenzione di amministrazioni pubbliche che hanno visto in questa attività estremamente concreta, visibile e reale un’ottima occasione per indagare il tessuto urbano o per rappresentare la città con un linguaggio fortemente empatico e capace, anche attraverso la riproduzione di una piccola parte del tutto, di restituirne o di suggerirne la complessità. Il legame profondo con il territorio e il tessuto urbano si coniuga con una coscienza sociale condivisa dal movimento a livello mondiale che ha portato gli Urban Sketchers ad attivarsi in diverse occasioni nell’ambito della raccolta fondi per progetti di recupero urbano o in occasioni di emergenze e calamità naturali.

Scopri di più>>

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *