Fig-5-the-Social-Innovation-Journey-for-'Feeding-Milan'-Politecnico-di-Milano

Il miniwelfare che parte dal basso

Sostegno ai vicini in difficoltà, spazi recuperati e aperti ai residenti, persone che mettono a disposizione un pomeriggio per aiutare chi abita nel portone di fianco: un welfare di quartiere che sempre più spesso riesce a fare la differenza.

L’ultimo caso in ordine cronologico è quello inaugurato sulla social street di corso San Gottardo e chiamato “Adotta un vicino”: tramite i contatti via Facebook gli organizzatori del gruppo stilano due elenchi, uno dei volontari l’altro di chi ha bisogno di aiuto, e poi uniscono le offerte di tempo con le richieste di aiuto.

Grazie a  Stefano Pareglio, con  il supporto di Avanzi – Sostenibilità per Azioni, ha mosso i suoi primi passi nel periodo tra dicembre 2014 e marzo 2015, la mappa sui cambiamenti di innovazione sociale in atto nel comune di Milano.

Sul sito web del progetto è possibile segnalare le vostre Pratiche oppure lasciare una vostra idea di futuro utilizzando il canale Twitter @segnalidifuturo e scegliendo l’hashtag che più vi rappresenta!

Scopri di più>>

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *