11402267_119392288393573_168127252626559259_o-1132x670

Basilicata, istituito il Parco naturale regionale del Vulture

La Basilicata ha una nuova area protetta.

Il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza la delibera di giunta con la quale istituisce il Parco naturale regionale del Vulture, nel potentino. Si tratta di un risultato storico considerato che l’iter istitutivo  è partito nel lontano 2001 e che, solo alla quarta serie delle conferenze di servizio che si sono svolte tra il 2014 e il 2015, è stato possibile ottenere una perimetrazione e un disegno di legge condiviso con le popolazioni locali e le istituzioni.

Il parco comprende la zona speciale di conservazione (ZSC) e la zona di protezione speciale (ZPS) del monte Vulture, dalla quale si diramano corridoi ecologici. Le amministrazioni pubbliche interessate sono la Regione Basilicata, la Provincia di Potenza, l’ area programma Vulture  – Alto Bradano, i Comuni di Melfi, Rionero in Vulture, Rapolla, Barile, Ripacandida, Ginestra, San Fele e Atella. “Tale delimitazione – si legge nella documentazione – coniuga il concetto di zona protetta con l’idea di rete ecologica formata da elementi di elevato valore ecologico, collegamenti lineari funzionali e aree naturali poste lungo linee ideali di passaggio della fauna denominati corridoi ecologici e stepping stone. Il parco sorge in un territorio a forte valenza naturalistica e paesaggistica dove il patrimonio geologico, storico e antropologico da tutelare e conservare è notevole”.

Scopri di più sul portale della Regione Basilicata>>

Consulta la carta con la perimetrazione del Parco>>

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *