j_52226_01

Al via i piani per le periferie

‎Firmati a Palazzo Chigi, fra il premier Paolo Gentiloni e i sindaci di 24 città capoluogo, i protocolli di intesa per i Piani di rilancio delle periferie degradate delle grandi città . Sbloccati i primi 500 milioni di euro messi a disposizione dallo Stato. Parte così il cronoprogramma per l’attuazione: dopo la registrazione dei protocolli da parte della Corte dei Conti i Comuni avranno 60 giorni per presentare i progetti definitivi, e altri 60 per gli esecutivi, poi partiranno i lavori.
Tra i firmatari di questa prima tranche i sindaci di Roma, Virginia Raggi, quelli delle Città metropolitane di Bari e sindaco dell’Anci Antonio Decaro, e di Firenze Dario Nardella, i sindaci di Napoli Luigi de Magistris e di Messina Renato Accorinti.

Tra i progetti più innovativi quello della Città metropolitana di Milano, 51 milioni di euro di cui 40 dal bando periferie e 11 già stanziati dai Comuni.

Napoli punta su un progetto ben specifico: completare la demolizione delle Vele di Scampia, con 26 milioni di euro interamente pubblici.

Scopri di più >>

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *